Chirurgia cranio-maxillofacciale

I forti traumi o le malformazioni cranio-maxillofacciali non mettono soltanto a rischio le nostre funzioni sensoriali, ma spesso hanno anche conseguenze psicosociali: Le persone colpite non soffrono solo per i disturbi funzionali in quanto non riescono a mangiare, assaporare, inghiottire o parlare bene; spesso vengono anche rifiutati dal loro ambiente.

La chirurgia cranio-maxillofacciale è un procedimento atto a correggere le lesioni e le malformazioni di questo tipo tramite la distrazione e l'osteosintesi.

La distrazione risale a Gavril Ilizarov, che la utilizzò per la prima volta in Russia dopo la seconda guerra mondiale. Alla fine degli anni 80 del novecento il procedimento divenne noto anche in occidente. Nella chirurgia cranio-maxillofacciale di oggi la distrazione è diventata un procedimento irrinunciabile. E KLS Martin è in tutto il mondo il fornitore leader in questo settore.

Qui vi presentiamo tutto ciò che è indispensabile per le operazioni di chirurgia cranio-maxillofacciale - da placche, mesh, viti, pin, distrattori e impianti specifici per il paziente, fino a laser, apparecchi AF, lampade scialitiche e contenitori di sterilizzazione.

Libri specialistici

Fractures of the Mandibular Condyle: Approaches and Osteosynthesis 
Atlas of Craniomaxillofacial Osteosynthesis: Miniplates, Microplates, and Screws