Flebologia

Per i pazienti, la forma di trattamento "occlusione laser endovenosa", al contrario degli altri metodi terapeutici quali lo stripping, la schiuma sclerosante e l'intervento con radiofrequenza RF Closure, è molto più delicata. I tempi brevi di convalescenza dovuti al trattamento poco doloroso in anestesia locale fanno sì che il paziente rimanga particolarmente soddisfatto del metodo laser. I risultati positivi si basano sul metodo terapeutico, sul procedimento laser stesso, molto sicuro in quanto molto controllato.

L'occlusione laser endovenosa (EVLO) è l'unico tipo di terapia che permette di lavorare con fibre laser ad emissione radiale, sferica o assiale. In tal modo è a disposizione il set ideale di trattamento per ogni indicazione e per ogni budget.

Una luce pilota rende visibile dall'esterno "il luogo dell'evento": Il medico attiva l'impulso laser mediante un interruttore a pedale. La lunghezza d'onda di 980 nm (1550 nm) determina un elevato assorbimento sia nel sangue, sia nella parete venosa che si restringe velocemente, occludendo permanentemente il vaso. L'intervento è terminato dopo soltanto 35-40 minuti.

Contrariamente ad altri procedimenti, il metodo laser ha un tasso di invasività minimo - il vaso è soggetto unicamente a punzione. Se paragonato ad altre forme terapeutiche, il trattamento laser endovenoso garantisce, dimostratamente, il più alto tasso di successo (van den Bos et. al., Journal of vascular surgery, V49, N° 1), superiore al 95% anche dopo 5 anni.